Catégorie : ITALIANO

Bollettino informativo – Speciale Covid19 SARS2 – Sanita

La pandemia di Coronavirus colpisce tutti i paesi e avrà un impatto – diretto o indiretto – sulla vita di miliardi di persone. È importante nonostante le crisi che stiamo attraversando per mantenere la nostra mente critica, per cercare di capire come siamo entrati in questa situazione, come affrontare e come immaginare soluzioni per dopo […]

ECUADOR : Non è finita, è appena iniziata

Questi lunghi giorni di mobilitazione ci hanno mostrato che esiste un sostegno reciproco e che l’utopia libertaria è ancora viva, perché per alcuni giorni El Arbolito e i suoi dintorni sono diventati quel luogo, quel luogo in cui il popolo ha difeso, nutrito, curato, curato e frequentò la città. Il cibo, le medicine e gli abiti arrivarono senza sosta, mentre nelle barricate la guardia popolare resistette ai progressi della polizia e sgombrò qualsiasi bomba lacrimogena che potesse colpire i fratelli che erano all’interno del parco.

D’altra parte, le mani sono state lasciate per preparare il cibo che è arrivato, il cibo non è mai mancato, il pane non è mai mancato, in ogni angolo qualcuno ti ha offerto acqua, succo di frutta, frutta o una vasca di cibo, mentre si congratulava con te e ti incoraggiava a continuare a la lotta.

PARIGI: Inaugurazione del giardino di Federica Montseny e dell’esorcismo repubblicano

Il 24 agosto 2019, il sindaco di Parigi, membro del Partito socialista (quello del non intervento in 36 e siamo passati dal …), signora Ministro della giustizia (che era stato rappresentato da un esecutore le sue opere basse), l’ambasciatore del Regno di Spagna (nato dalla ribellione militare guidata da Caudillo Franco), la famiglia (non possiamo biasimarli), senza dimenticare l’inutilizzabile Aimable Marseillan (che era in tardi) inaugurò il Parc Federica Montseny a Parigi.

NUOVA ONDA DI REPRESSIONE CONTRO PRIGIONIERI E PRIGIONIERI POLITICI IN IRAN – degli anarchici di Iran e Afghanistan

Sabato 17 agosto 2019
Giornata internazionale della solidarietà con Soheil ARABI

Libertà per Soheil ARABI, sua madre e per tutti i prigionieri politici e prigioneri da coscienza in Iran! !

#FreeSoheil

==================

Neda NAJI è una studentessa che lotta per i diritti dei lavoratori e un’attrice. Ha in particolare interpretato il ruolo dell’anarchica russa Valentina in un film biografico dedicato alla vita dell’anarchica Emma Goldman. Il 1 ° maggio 2019, mentre partecipava a una manifestazione per i lavoratori con lei, è stata arrestata con altre 50 persone (tra cui Marzieh AMIRI , Anisha ASADOLLAHI e Atefeh RANGRIZ). Da allora, come altre compagne, viene trattenuta dalle forze di sicurezza della Repubblica islamica dell’Iran nella triste prigione di Qarchak (nota anche come Shahr-e Rey) ad est di Teheran. —- Secondo un altro detenuto (non politico), Neda NAJI e Atefeh RANGRIZ sono stati picchiati il 6 luglio 2019 per essersi rifiutati di indossare il velo islamico (chador / hijab). Come risultato di questo violento attacco, Neda fu gravemente ferito alla testa e agli occhi e Atefeh fu ferito alla spalla e alle gambe. Inizialmente furono trasferiti al servizio sanitario della prigione ma furono rimessi nelle loro celle senza cure adeguate. Jamal AMELI, il marito di Neda NAJI, ha scritto sul suo account Twitter: « I funzionari della prigione di Evin non rispondono alle domande della famiglia di Neda NAJI sulla sua condizione. Neda e Atefeh sono in pericolo nella prigione di Qarchak e nessuno sente le nostre voci.  »

CASE PER ANZIANI, RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI (Rsa), OSPEDALE : QUANDO IL MALTRATTAMENTO È ISTITUZIONALE

Attualmente, dall’inizio dell’estate del 2019, uno grande sciopero colpisce gli case per anziani,  RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI (Rsa) (EHPAD in francese) e l’unità di emergenza degli ospedali. Questo movimento lotta per la dignità per i lavoratori e per i pazienti ospedalieri. Cos’è questo movimento degli stessi lavoratori, ispirato dalla dinamica dei giubbotti gialli, al di fuori […]

ULAC SMAH ULAC – NESSUN PERDONO : L’insurrezione in Algeria è anche la nostra

INSORTI ALGERINI,

La lotta che, dall’aprile 2001, state portando avanti contro tutti i dirigenti della società è un esempio per noi e per tutti gli sfruttati. Le vostre sommosse ininterrotte hanno dimostrato che il terrorismo dello Stato e dei gruppi integralisti, alleati da un decennio nel massacrare i poveri a beneficio dei ricchi, non ha piegato la vostra fierezza.

L’EFFETTO CHOMSKY O L’ANARCHISMO DI STATO

Articolo da l’Oiseau-Tempète n° 9 sabato 26 luglio 2003 L’apertura del 2001 ha visto culminare un’infatuazione editoriale e militante per i testi di Noam Chomsky, avvertibile dal 1998. Molte raccolte sono state pubblicate (in particolare dalle edizioni Agone), così come delle interviste; una parte della stampa anarchica fa un uso smodato di numerosi testi e […]

ln Tunisia [l’espulsione di Paolo Schicchi, anarchico antifascista , 15-12-1924]

La Rivista lnternazionate Anarchica, Ano primo, n°2, 15 diciembre 1924 ln Tunisia In ogni angolo della: terra i delittuosi governi dell’Europa moderrïa hanno portato la più uniqua reazione. Eanche in .questa colonia · della democratica -répubblica francese, spira, più che altrove, un perfido ventaccio repressivo contro quanti si dedicano, o sono sospetti di dedicarsi, ad […]